fim.jpg (1979 byte)

scritta.jpg (14979 byte)

consulenza.jpg (8373 byte)

 

 

 

 

 
con i tempi del preavviso nel settore metalmeccanico
linea1.gif (821 byte)
D&R
D. Il mio quesito riguarda l'opzione tra reintegro ed indennitÓ di licenziamento nel caso di imprese con meno di 15 dipendenti.

Qualora un dipendente licenziato nel corso della causa contro il precedente datore di lavoro poi vinta abbia trovato un nuovo posto di lavoro che lo soddisfa pu˛ optare per l'erogazione dell'indennitÓ di licenziamento in luogo della riassunzione o tale opzione spetta al precedente datore di lavoro come credo di aver capito.

In questo caso il precedente datore di lavoro invitando l'ex dipendente licenziato a tornare in azienda (certo che questo rifiuterÓ) eviterebbe di pagare la relativa indennitÓ.

Contemporaneamente il dipendente licenziato che non accettasse di lasciare la nuova azienda per tornare nella vecchia (con la prospettiva magari di essere nuovamente licenziato) non riceverebbe nessun risarcimento per il danno ingiustamente subito.

Cordiali saluti.

Galliano

 R. La giurisprudenza ha ormai assodato che la facoltÓ di scelta tra assunzione e risarcimento riguarda sia il datore di lavoro che il lavoratore. Nel caso esposto, avendo il lavoratore un’altra occupazione starÓ a lui esercitare questo diritto

Agosto 2001